fbpx

A differenza di quanto facciamo di solito, dobbiamo avere una visione strategica del futuro, cioè non dobbiamo dimenticare che questa crisi, prima o poi, passerà. Per questo motivo, la comprensione dei modelli di comportamento e delle loro implicazioni, è fondamentale per sviluppare una strategia digitale in tempi di incertezza.

Se le nostre abitudini di acquisto avevano già iniziato a prendere altre direzioni, a causa dell’immersione nella nostra vita di aziende come Amazon o eBay, mentre il nuovo Coronavirus spazza il mondo, i consumatori sono ora costretti a cambiare drasticamente i loro comportamenti di consumo e di acquisto, dipendendo così dalla connettività digitale per eseguire praticamente qualsiasi gestione.

Il conglomerato mediatico Nielsen ha individuato sei fasi del comportamento dei consumatori direttamente collegate alle preoccupazioni di Covid-19:

·       Acquisto proattivo (orientato al cibo e alla salute)

·       Gestione della salute reattiva (protezione con maschere e prodotti per l’igiene)

·       Preparazione della dispensa (grandi acquisti di cibo)

·       Preparazione alla vita in quarantena (aumento dei consumi e acquisti online)

·       Vita limitata (limiti di stock e ricerca di alternative)

·       Vivere “normalmente” (ritorno alla normalità, ma con più restrizioni igieniche)

·       Marketing digitale, una scommessa necessaria in tempi di reclusione

Le opportunità di business in questo nuovo ecosistema digitale sono infinite, e il solo fatto di avere nuovi utenti che imparano a utilizzare strumenti online e aziende che sono costrette a cercare alternative alla pubblicità tradizionale, apre una porta enorme per le agenzie di marketing.

Se, inoltre, adattiamo la nostra strategia per ottenere la fedeltà di questo nuovo cliente, possiamo guadagnarcela a vita, ma come?

·       Display Ads: annunci pubblicitari sui giornali digitali che ci offrono molta più visibilità di prima.

·       Promozione sui social network: a causa del confinamento l’uso e consumo è in aumento, ora più che mai dobbiamo scommettere su di loro.

·       Sviluppare più contenuti video e utilizzare YouTube: per iniziativa o con l’invio tra persone e gruppi, i video curiosi sono una tendenza. Se sono fatti in modo minimale, si può garantire una grande visibilità.

·       Analizzare le prestazioni del sito web capire come si comportano gli utenti durante questo periodo e aggiornare le previsioni e i rapporti.

·       Valutare la copertura pagata (SEM) e quella organica (SEO): nei prossimi mesi, per capire come entrambi possono essere bilanciati, parte di una strategia di marketing globale in risposta all’impatto sul vostro business.

·       Sfruttare la natura a lungo termine del SEO per garantire che un sito web si classifichi bene per le keyword altamente competitive.

·       Considerate la possibilità di avere una pagina o una sezione dedicata al Coronavirus: collegatevi efficacemente alle aree chiave del vostro sito web.

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: