Instagram è uno degli strumenti più importanti per costruire una marca di successo, in qualsiasi campo.

Formulare una strategia aziendale ad hoc per Instagram è un processo molto diverso da quanto accade, invece, per Facebook o Twitter: per avere successo su questa piattaforma, i brand, devono essere disposti ad investire nella produzione di materiale creativo di alto livello, in quanto l’aspetto visivo appare come il protagonista indiscusso di Instagram.

Senza una forte presenza su Instagram, le aziende rischiano di essere ignorate o dimenticate, ma Instagram garantisce a queste marche 58 volte più engagement per utente rispetto a Facebook, e 120 più di Twitter. Instagram si basa sull’impatto visivo per cui è importante che la marca abbia un’identità coerente e ben riconoscibile. È necessario selezionare un filtro od un insieme di filtri da utilizzare sulla maggior parte delle foto. Utilizzando sempre gli stessi filtri, si stabilisce uno stile che sarà presto riconosciuto dai follower.

Poiché l’obiettivo è fare in modo che gli utenti di Instagram si soffermino sulle foto (aumentando l’engagement con mi piace e commenti), più si rendono riconoscibili, meglio è.

Per ogni settore, si tratta di una scelta ovvia: una marca di abbigliamento pubblicherà foto di vestiti, mentre un ristorante userà foto dei suoi piatti.

L’impiego di contenuti creati dagli utenti e, immagini tratte dalla vita quotidiana, fa risultare i post meno invadenti, ma meno finalizzati alla vendita.

Instagram, infatti, appare in grado di fornire alle persone uno spazio di pura espressione iconografica, attraverso cui dare vita ad un racconto per immagini e mettere in scena una personale rappresentazione di luoghi, storie, stati emotivi e pensieri.

Si possono usare anche elementi non visivi, curando lo stile delle didascalie.

Una delle tecniche più comuni in questo senso è l’uso di hashtag legati al brand dove la creatività, tradotta in immagini, viene proposta come rappresentazione figurativa del mondo che la marca ha costruito.

Questo non significa semplicemente usare il nome dell’azienda come hashtag. Si tratta di trovare l’hashtag che rappresenti la marca su Instagram, incoraggiando i follower a condividere foto che siano riconducibili a quell’immagine.

In questo modo, il brand aumenta la propria visibilità tra i potenziali clienti, mentre gli utenti di Instagram hanno l’opportunità di comparire sul profilo social di una marca, guadagnandone in prestigio e numero di follower.

Gli utenti condividono su Instagram le immagini dei prodotti che desiderano acquistare sia prima che dopo il loro utilizzo, chiedendo suggerimenti, pareri ed in seguito esprimendo un giudizio sull’esperienza di acquisto e di utilizzo.

In questi contesti, si viene a creare una sorta passaparola, fenomeno chiamato word of mouth, che può giovare all’azienda andando ad alimentare la brand reputation. Il fattore della reputazione, infatti, agisce in maniera essenziale in funzione dell’effettivo successo sul mercato di competenza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: