fbpx

 

Quest’oggi andiamo ad esaminare come gli studi legali possono utilizzare la leadership di pensiero per allineare i loro obiettivi di business con quelli dei loro clienti. La Digital Academy, comprende otto moduli che forniscono ai marketer legali, la conoscenza essenziale dei concetti di marketing digitale. La certificazione di marketing digitale, offre un modulo sulla strategia di social media dello studio legale, completo di video, articoli, incarichi e webinar che abbattono come le imprese possono mettere insieme una valida strategia di social media.

I concetti chiave trattati nel modulo includono: come definire il marchio di uno studio legale, estendere la portata e il coinvolgimento dei post sui social media di uno studio legale e come costruire e mantenere un seguito. Il modulo include anche lezioni su come gli studi legali possono utilizzare al meglio le varie piattaforme di social media, tra cui Instagram ed altri social..

Le strategie efficaci di social media marketing, che guidano il coinvolgimento e generano contatti, sono una parte essenziale del piano di sviluppo del business di qualsiasi studio legale. Nonostante questo, alcuni studi legali hanno difficoltà ad attuare una strategia di successo. Questa è un’opportunità persa per gli avvocati, cioè il poter costruire connessioni con i potenziali clienti e di collegare ulteriormente i punti tra le aree di pratica e le questioni legali associate alla messaggistica degli avvocati e gli obiettivi del marchio dello studio legale.

C’è una grande quantità di informazioni là fuori su come le imprese possono utilizzare i social media, per definire e aumentare il loro marchio. La proposta di valore unico della Digital Marketing Academy, è che distilla e raffina i social media, il content marketing e le migliori pratiche SEO e le applica al settore dei servizi legali. Ryan King di Ogletree Deakins, ha condiviso i suoi pensieri sul corso, dicendo: “Questo corso è stato eccellente, ho imparato molto . Ha coperto tutte le aree principali del marketing digitale ed è stato iper specificamente progettato per coloro che si trovano in un ambiente quale lo studio legale.

Il numero di sessioni era giusto. I compiti assegnati per ogni sessione sono stati di impatto, memorabili, digeribili e hanno sempre sottolineato l’importanza della lezione della settimana”. Il modulo Law Firm Social Media Strategy inizia con una lista di controllo dei social media per gli studi legali, suddividendo i concetti chiave che sono necessari per iniziare, con la definizione del pubblico target come primo passo. Come definire il tuo pubblico di riferimento e come scegliere piattaforme di social media efficaci per il tuo studio legale Il passo più importante nel processo di creazione di una strategia di social media per gli studi legali è quello di definire il pubblico a cui i vostri avvocati stanno cercando di rivolgersi. Questi passi includono la determinazione di quanto segue: Qual è l’età del vostro pubblico di riferimento? Cosa fa il vostro pubblico per vivere? Qual è lo stato civile o familiare del vostro pubblico? Questo processo include andare oltre il targeting di persone che hanno solo “bisogno di un avvocato”. Definire le caratteristiche chiave di un ideale persona acquirente studio legale aiuta l’azienda a capire come raggiungere il pubblico che vogliono attraverso il targeting collaterale di marketing direttamente a loro. Modificare la leadership di pensiero dello studio legale e i social media per rispondere alle esigenze di dove si trova il potenziale acquirente nel ciclo di vendita.

Una volta definito il pubblico, gli studi legali possono determinare quale piattaforma scegliere per indirizzarlo al meglio. Ad esempio, se il pubblico di riferimento è di tipo professionale, Linkedin è un buon punto di partenza. Se gli studi sono su Linkedin, dovrebbero assicurarsi che il loro profilo aziendale includa informazioni sulla cultura aziendale, sulle aree di attività dello studio, sulle offerte di lavoro e sui link alla leadership di pensiero. Un account Twitter attivo è anche un must-have per gli studi legali che cercano di migliorare i loro sforzi di social media marketing.

Twitter è un ottimo posto per condividere articoli di leadership di pensiero, così come le informazioni sugli impegni di parola degli avvocati, gli eventi dei clienti e le iniziative di benessere. Includere notizie dallo studio stesso umanizza il marchio, dando personalità al feed Twitter dello studio legale. Gli studi legali possono anche usare multimedia come foto, video e podcast per rendere i tweet più attraenti dal punto di vista visivo, il che può portare all’impegno dello studio legale.

Mentre LinkedIn e Twitter sono strumenti utili, non sono le uniche piattaforme che possono essere utilizzate dagli studi legali per il social media marketing. Il Social Law Firm Index, ha scoperto che il 42% delle aziende Am Law 200, sono attive su Instagram, utilizzando la piattaforma sia per gli sforzi di reclutamento, che per raggiungere nuovi clienti. Gli studi legali possono usare Instagram in modi innovativi come evidenziare l’esperienza dei dipendenti dello studio, promuovere la cultura aziendale e condividere i risultati dello studio.

Attraverso l’uso efficace di Instagram, le aziende possono mostrare perché gli avvocati dovrebbero venire a lavorare per loro, e perché i clienti dovrebbero assumerli. Secondo Fishman: “Se qualcuno sta guardando il vostro profilo professionale, è perché pensa che potreste essere in grado di aiutarli con qualche tipo di problema … sono più interessati a ciò che potete fare che a chi siete. Di conseguenza, il vostro studio o i vostri avvocati dovrebbero approfittare dello spazio disponibile, per evidenziare gli eventi o le competenze che vi distinguono come avvocato nella vostra area di pratica”.

Per avere maggior visibilità, dovreste creare contenuti curati, mentre si fissano e si misurano gli obiettivi da raggiungere. Il passo successivo è quello di inquadrare il contenuto del vostro studio legale intorno alle sfide affrontate dal vostro pubblico. La chiave per fare questo con successo è quella di promuovere i propri contenuti, così come gli articoli da fonti esterne. Questo diminuisce l’apparenza di essere troppo promozionale e porta anche il ‘sociale’ nei social media ampliando il vostro messaggio e quindi fornisce opportunità di interagire con i potenziali acquirenti e/o sostenitori del marchio.

In generale, il contenuto dovrebbe anche essere educativo e curato, per aiutare a risolvere i problemi affrontati dal vostro pubblico. Sempre il Digital Marketing Academy, spiega in dettaglio il come e il perché dell’analisi e della costruzione di una buyer persona per uno studio legale o per un gruppo di pratica, che aiuta a contestualizzare il percorso dell’acquirente e a focalizzare la leadership di pensiero del vostro studio, in base alle preoccupazioni dei potenziali acquirenti. Se gli studi legali hanno intenzione di dedicare del tempo alla creazione di contenuti, allora anche il ritorno sull’investimento per promuoverli sui social dovrebbe essere elevato.

Questo può essere raggiunto impostando obiettivi realistici per l’impegno e la crescita. Alcune metriche chiave da tracciare includono una maggiore consapevolezza del marchio, un volume di traffico più elevato, nuovi contatti per le newsletter, così come retweet, condivisioni, visualizzazioni e commenti. Stabilire un punto di riferimento può aiutare a stabilire una metrica misurabile che le aziende possono monitorare nel tempo. Avere gli strumenti giusti per la gestione dei social media è essenziale per ottimizzare i processi e risparmiare tempo. Le applicazioni comuni per la pianificazione dei social media includono Hootsuite, HubSpot, SEMRush e Sprout Social.

Queste applicazioni rendono più facile programmare i post in anticipo. Ci vorranno alcuni tentativi ed errori per trovare lo strumento giusto per il tuo team, quindi sentiti libero di provare alcuni programmi e capire cosa funziona meglio. Una delle caratteristiche più utili del modulo dei social media è l’analisi degli account Twitter, Instagram e LinkedIn delle migliori aziende legali. Raggiungere risultati di business attraverso la formazione dei dipendenti, include la creazione di una strategia di difesa dei dipendenti, investendo tempo e sforzi per formare avvocati e altri professionisti su come utilizzare correttamente i social media. Questo permette ai dipendenti di condividere di più sulle piattaforme di social media, aumentando la consapevolezza del marchio, l’esposizione e la portata dello studio.

Gli studi legali possono generare risultati commerciali dai social media, trovando il loro pubblico online, scegliendo una piattaforma, fissando degli obiettivi e scegliendo gli strumenti giusti. Aderendo a questa tabella di marcia, gli studi legali possono tenere traccia dei loro obiettivi e ottenere risultati.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]
Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: